Loft P&C

Roma

 

La sfida di trasformare un’ex spazio industriale in un ambiente polifunzionale ad uso sia domestico che lavorativo senza alterare completamente le forti caratteristiche formali originarie si è risolta con un progetto ‘sottile’ , attento ad ottenere una caratterizzazione specifica dei nuovi ambienti preservando tuttavia la percezione dell’unitarietà dello spazio originario e dei suoi caratteri.

Formalmente il design dei nuovi ambienti così come quello della scala è ridotto alle linee essenziali, domina la materia e la forma di base degli spazi, mentre volutamente si mantengono e si esaltano, come una doppia anima, gli elementi originari: le travi in ferro e le volte del soffitto.

Il progetto gioca su vuoti e pieni, su leggerezza e massa, a tutti i livelli. I volumi chiusi degli ambienti aggettano sulla scala con la loro forma compatta e per contrasto si poggiano su un’esile infilata di porte scorrevoli che evocano il delicato stile giapponese, in vetro sabbiato e legno di rovere, in modo da far filtrare la luce naturale anche negli spazi più interni.